SEO on-site

Con il termine SEO on-site si definiscono tutti quegli interventi che si possono effettuare al sito in modo da renderlo più attrattivo per i motori di ricerca, con lo scopo naturalmente di migliorare la propria posizione su di essi.

La regola d’oro per rendere il sito più attrattivo per i motori di ricerca, al giorno d’oggi, è quella di rendere il sito più attrattivo per gli utenti.
Non ci sono più molte scappatoie al riguardo, certi trucchetti che si potevano usare negli anni addietro per cercare di ingannare i motori di ricerca oggi non funzionano più, anzi, se li usati verrete certamente penalizzati e il vostro sito rischierebbe di essere tolto dai risultati.

Questo però non significa che non ci siano margini di miglioramento, basta sapersi muovere bene tra i paletti.

Codice html

I punti seguenti vengono stranamente sottovalutati quando si ha come obiettivo l’ottimizzazione del proprio sito. Ma delle correzioni mirate nel codice della pagina possono decretare una differenza sostanziale nei vostri risultati sui motori di ricerca.

Un corretto uso dei titoli delle pagine e delle intestazioni, così con degli Alt tag nelle immagini, possono quintuplicare il vostro traffico organico!
Anche un’uso corretto del Description tag, sebbene non migliori più direttamente la posizione nelle ricerche, vi può aiutare a portare più visite al vostro sito.

Un altro fattore molto importante da annoverare in questa categoria è la velocità di caricamento delle vostre pagine. Snellendo il codice html e alleggerendo il peso delle immagini, i contenuti della pagina verranno presentati più in fretta, e questo è un fattore importante sia per i vostri visitatori, sia per i motori di ricerca, che prediligono siti dal caricamento veloce.

Parole chiave

Le parole chiave sono un altro punto importante per quel che riguarda una buona SEO. Le parole chiave più importanti, quelle che riguardano la vostra attività, le avrete sicuramente già in mente. Non commettete però l’errore di accontentarvi di quelle, è molto probabile che gli utenti di internet pur cercando quello che proponete, abbiano delle altre definizioni in mente. Per questo è essenziale avvalersi degli strumenti appositi per ricercare le definizioni che generano più volume di ricerca per un determinato argomento, e ottimizzare il sito di conseguenza.
Questo processo di ricerca è spesso utile anche per scovare parole o frasi chiave meno competitive, quindi con meno concorrenza!

Dopo aver stabilito le vostre parole e frasi chiavi, queste devono essere integrati nei testi del tuo sito in modo strategico.
L’ideale è di ottimizzare una pagina specifica per ogni parola chiave che ritenete importante. Questo termine dovrà essere ripetuto alcune volte, in modo che gli spider possano capire di cosa tratta effettivamente la pagina. Non bisogna però esagerare, altrimenti si rischia di incappare in quello che in gergo viene chiamato keywork stuffing, e verrete penalizzati dai motori di ricerca.
Un’ottima pratica è quella di inserire queste parole chiave nel testo in modo naturale, come si farebbe quando si descrive qualcosa a voce.

Collegamenti

Per determinare la qualità di una pagina web, oltre ai metodi già visti in precedenza, i motori di ricerca eseguono una dettagliata analisi dei link (sia dallo stesso sito che da altri).
Per trovare le pagine di un sito gli spider dei motori di ricerca seguono i link partendo dalla pagina principale. Se per esempio nel vostro sito avete una pagina senza nessun link in entrata, questa pagina non verrà indicizzata perché impossibile da raggiungere.

È quindi di vitale importanza che i contenuti siano strutturati in un determinato ordine logico e che i menu di navigazione siano ottimizzati per favorire il compito degli spider.
Un metodo che può facilitare questo procedimento è la creazione e l’inserimento di una sitemap.

Un altro fattore molto importante da prendere in considerazione, è la semantica dei link stessi.
Se i link contengono la parola chiave rilevante per quella determinata pagina, i motori di ricerca vi favoriranno notevolmente.

Altri interventi di SEO riguardanti i link, che bisogna sempre prendere in considerazione, sono per esempio la creazione di pagine d’errore 404, i redirect 301 o 302 e l’utilizzo del meta tag rel=canonical per i contenuti duplicati.

Content Marketing

L’ultimo punto da menzionare per quel che riguarda la SEO on-site, è quello che nell’arco del tempo è diventato il più importante: La creazione di contenuti rilevanti!
Il Content Marketing consiste appunto nel creare e distribuire contenuti rilevanti e di valore per attrarre, acquisire e coinvolgere un target ben definito, con lo scopo di guidare gli utenti verso gli acquisti.

Come già menzionato prima, il modo più sicuro per far si che il tuo sito sia attrattivo per i motori di ricerca, è quello di fare in modo che sia soprattutto attrattivo per i tuoi visitatori e, al giorno d’oggi questo può davvero fare la differenza tra dieci e diecimila clic!

Se i vostri utenti trovano interessante ciò che offrite si fermeranno più tempo sul vostro sito e ci ritorneranno in futuro. E questo è un aspetto che viene tenuto in grande considerazione dai motori di ricerca, che vi premieranno anche secondo la durata della permanenza sul sito da parte dei vostri visitatori.

I contenuti possono sì essere le descrizioni della vostra azienda e dei vostri prodotti, ma in particolar modo dovranno essere dei contenuti che vengono aggiunti regolarmente, quindi una pagina con le ultime notizie, o un blog se preferite.
Queste informazioni possono essere presentate in vari formati, tra cui notizie testuali, articoli, video, e-book, casi di studio, materiale didattico, fotografie, ecc.

Molti imprenditori hanno capito che attraverso il content marketing possono aumentare non solo la quantità di traffico verso il proprio sito, ma soprattutto migliorarne la sua qualità. Per questo motivo sempre più aziende hanno del personale che si occupa solamente della gestione del blog aziendale e dei social network.

Fornendo ai vostri clienti, attuali o potenziali, informazioni uniche e di valore, questi vi premieranno con la loro lealtà e fiducia!

La creazione e il mantenimento di un blog aziendale su cui postare novità, aggiornamenti dei prodotti, reazioni della clientela o altri contenuti di interesse è una parte vitale della SEO anche per le aziende più piccole.
Come detto da una parte costruite una buona relazione con i vostri clienti, d’altra parte aumentate regolarmente il numero di parole chiave presenti sul tuo sito, migliorandone sensibilmente l’esposizione.

SEO on-site ultima modifica: 2015-02-23T13:41:00+00:00 da tiz