iMac lento: possibili soluzioni

Questo breve articolo potrebbe venirvi utile se vi trovate confrontati con un iMac lento all’avvio.
Settimana scorsa ho dovuto confrontarmi con il computer dei miei genitori, un iMac del 2008 o 2009, con sistema operativo Snow Leopard, perché la RAM non è sufficiente per sistemi operativi più attuali.
Nonostante a mio avviso gli iMac godano di una vita media più lunga rispetto ad altri computer, anche loro non sono eterni ed è inevitabile che prima o dopo qualche problema venga a galla.

iMac lento

Io mi occupo di design e sviluppo di siti internet, ma per la mia famiglia questo vuol dire essere uno specialista a tutto campo di computer. Questo non corrisponde a realtà. Ma so usare Google. E così facendo spesso riesco a trovare soluzioni per loro impossibili da immaginare. Anche se sarebbero solo a una ricerca di distanza.
Normalmente riesco a risolvere i loro problemi collegandomi in remoto al loro computer, quest’ultima volta però ho dovuto far loro visita perché il computer ci metteva una vita ad avviarsi, e anche dopo essere riusciti ad accedere era praticamente inutilizzabile perché usciva costantemente la famigerata rotellina.

Ecco cos’ho fatto per risolvere il problema:

  1. Eseguire il reset della PRAM / NVRAM

    Cos’è la ?
    La PRAM (su vecchi Mac PowerPC) e la NVRAM (sui Mac con processore Intel) è un’area speciale della memoria di un computer sulla quale vengono registrate informazioni riguardanti il vostro hardware. Ad esempio: il volume dei vostri altoparlanti, la risoluzione dello schermo, la selezione del disco di avvio, ecc.
    Non so spiegarvi il perché (come detto non sono un esperto) ma a volte la PRAM / NVRAM può causare un notevole rallentamento della procedura d’avvio.
    Per risolvere questo dovete eseguire un reset della PRAM / NVRAM:

    • spegnete il computer
    • riaccendetelo tenendo premuti i tasti alt+cmd(⌘)+P+R
    • rilasciate quando avete sentito il gong 2 volte

    PRAM / NVRAM reset per iMac lento

    Già dopo aver fatto questo l’iMac si è riavviato senza problemi.
    In ogni caso ho approfittato della visita per eseguire anche le seguenti operazioni, che male non fanno.

  2. Riparare i permessi disco

    Avviate l’utility disco: Applicazioni -> Utility -> Utility disco
    ed eseguite “Ripara permessi del disco”.

    riparare permessi disco

    Cosa sono i permessi e a cosa serve questa operazione?
    I permessi sono delle informazioni relative a ogni file e cartella presenti su un disco rigido formattato con Mac OSX. Essi stabiliscono per esempio se un utente può aprire e modificare un determinato file oppure se il sistema operativo può accedere e/o modificare files di una certa applicazione.
    L’operazione “ripara i permessi del disco” esamina queste informazioni dei files e delle cartelle presenti sull’hard disc. Se vengono trovati dei permessi non conformi, questi vengono corretti.

     

  3. Disattivare i programmi d’avvio automatici

    Alcuni programmi vengono attivati all’avvio rallentando di fatto il processo di accensione e riducendo la RAM disponibile. Disattivando i programmi che non servono possiamo liberare un po’ di RAM e quindi velocizzare l’avvio.

    Entrate in “Preferenze di sistema” e scegliete “Utenti e Gruppi”

    utenti e gruppi

    Cliccate in seguito sul vostro account e su “Elementi login”. A questo punto potete selezionare le applicazioni che non volete vengano avviate all’inizio e cliccate sul “-” per eliminare i programmi dalla lista.

    elementi login

     

  4. Riordinare la scrivania

    Un altra cosa da fare per velocizzare la procedura d’avvio è svuotare, o perlomeno, riordinare la scrivania.
    Lo so, è un comportamento molto diffuso e anch’io, lo ammetto, sono uno di quelli che hanno una scrivania intasata. Sarebbe buona abitudine salvare i files subito nelle rispettive cartelle, ma a volte per comodità o pigrizia, si opta per ammassare elementi sul Desktop. Come detto non sono la persona adatta per dirvi di non farlo, ma accertatevi almeno di fare periodicamente un po’ di ordine:

    • eliminate per esempio screenshots che non vi servono più
    • mettete i file nelle cartelle apposite
    • se proprio volete avere delle cartelle o dei file sempre sottomano, non salvateli sulla scrivania ma create degli alias

    Cosa sono gli alias?

    Sono dei collegamenti a file o cartelle e come tali, visto che non sono salvati fisicamente nella cartella desktop, non rallentano l’avvio del vostro iMac lento.

    Come fare per creare degli alias?

    • selezionate nel finder il file, l’applicazione o la cartella che volete avere a portata di mano
    • click destro oppure ctrl + click sul file in questione
    • scegliete l’opzione “crea alias”
    • trascinate l’alias sulla scrivania

    oppure

    • selezionate nel finder il file, l’applicazione o la cartella
    • selezionate “file” -> “crea alias” dal menu in alto
    • trascinate l’alias sulla scrivania

    oppure ancora

    • selezionate nel finder il file, l’applicazione o la cartella
    • trascinatelo sulla scrivania tenendo premuto il tasto opzione +  (⌘)

     

Spero che questi consigli possano tornarvi utili nel caso anche voi foste confrontati con un iMac lento.

iMac lento: possibili soluzioni ultima modifica: 2016-10-06T12:34:40+00:00 da tiz
Tiziano Spagnolatti
Tiziano Spagnolatti
Scritto da: tiz
Web designer e Web developer, Fondatore e titolare di AdvancedWeb.ch, Consumatore di caffè, Scarso chitarrista ma con una chitarra bellissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *